28 ottobre 2011 (13 Ahau)
Il raggiungimento del massimo stato quantico dell’Universo


Oggi, 28 ottobre 2011, tutti i livelli della piramide Maya che descrive l’Evoluzione di Coscienza raggiungono il massimo stato quantico, corrispondente per tutti i livelli alla fine dello Tzolkin, il kin 13 Ahau. Con l’energia 13 (Completamento) Ahau (Illuminazione) tutte le Onde danno piena trasparenza alla luce della Creazione. Che significa? Significa forse che il tempo si fermerà? Significa che tutto il genere umano si illuminerà improvvisamente? No. O meglio: significa che le donne e gli uomini, come ogni altro essere, avranno a disposizione l’energia (presente in tutto l’Universo: il Calendario Maya è cosmico, non relativo al sistema solare) per farlo. Avranno a disposizione la visione diretta della Verità (Unità) senza filtri. Mai prima d’ora la Coscienza Collettiva aveva avuto questa possibilità. I 9 livelli della piramide, i 9 Underworld, le 9 dimensioni della Coscienza saranno tutti fruibili, da tutti gli esseri dell’Universo, compresi quindi gli esseri umani. Starà allora solo a noi cogliere o meno questa possibilità, attraverso un percorso interiore di conoscenza, comprensione, saggezza. Con questo salto evolutivo, la Coscienza salirà di un’ottava e non sarà più come prima. Le conseguenze dal punto di vista pratico e produttivo non tarderanno ad arrivare, poiché è in base a come percepiamo il mondo che lo creiamo, ed è in base alla presenza o all’assenza di filtri oscuri che percepiamo rispettivamente un mondo di conflitti o un mondo di pace.

Essendo abituati a vedere le cose da un punto di vista spettacolare (ciò deriva dal materialismo del Planetary Underworld, secondo cui solo un evento straordinario può essere spirituale), potremmo essere portati a credere (così in tutti i media, che fanno parte di quell’energia) che il 28 ottobre 2011 sia la data di un cambio epocale, con risvolti appunto straordinari (inversione dei poli, ascensione, distruzione di pianeti, collasso di sistemi, ecc.). Ciò non avverrà. Ma questo non significa che non si prospetti oggi un salto quantico, dal punto di vista della Coscienza. E questo salto significa la nascita di un livello maturo di Coscienza; il che non ha nulla a che fare con la paura, anzi ne è il trascendimento. La televisione o la carta stampata tendono a perpetuare il modello di potere tradizionale, in ciò generando onde di ignoranza - e l’ignoranza non è una benedizione. Il loro strumento principe è la paura e la diversione. La Verità rende liberi, la menzogna rende schiavi: la più grande menzogna è la dualità. Dal punto di vista pratico è il dare credito al sistema finanziario attuale. Noi non siamo debitori delle banche centrali, perché esse sono legali, ma illegittime, in quanto banche private che possono stampare soldi dal nulla e caricarli di interessi: con il nostro lavoro paghiamo le tasse che servono a pagare tali interessi. Non solo non abbiamo un debito pubblico, bensì abbiamo un credito pubblico (di pari valore) che ci deriva dalla truffa centenaria delle banche private che crediamo pubbliche. Ma all’origine di questo inganno c’è un’energia, ovvero il dare credito alla dualità. Ritiriamo quel credito (diamolo all’Unità) e il sistema della truffa energetica (che noi stessi abbiamo alimentato, rubando energia agli altri o facendocela rubare, in quanto ignoravamo l’esistenza dell’energia cosmica di cui siamo portatori) svanirà.

Il Monumento 6 di Tortuguero dice che al termine del Tun (Calendario Maya profetico), 9 entità (Bolon Yokte Kuh) scenderanno simultaneamente sulla Terra - ovvero i 9 livelli di Coscienza, le 9 Onde di Evoluzione si manifesteranno contemporaneamente. Quel giorno è giunto. E dal momento che la Nona di queste Onde riguarda la Coscienza d’Unità, che completa il ciclo, ci si può aspettare una ricomprensione della dualità all’interno dell’Unità, a livello di Evoluzione di Coscienza. La percezione del tempo come tempo lineare, l’unica sinora a disposizione, è destinata a modificarsi. Non è lo Tzolkin a finire (il computo sacro della Creazione), ma è il processo dell’Evoluzione lineare della Coscienza a completarsi oggi. Quale Calendario useremo domani? Questo dipenderà da cosa sarà più utile per noi. Che cosa ci possiamo aspettare dopo la fine del ciclo: (i) finiranno le Onde, (ii) proseguiranno indefinitamente, o (iii) proseguirà solo la 9 Onda, mentre gli esseri umani si allineeranno ad essa gradatamente? Non si può sapere in base al Calendario Maya profetico. Il mio sentire mi porta a considerare la terza opzione, ovvero che, ancorata sulla Terra la Coscienza d’Unità che ha richiesto la partecipazione attiva di un certo numero di persone (Co-creazione Consapevole) per far sì che la Coscienza divenisse Autocoscienza, entro un indeterminato periodo di tempo lineare tutti si adegueranno a tale Unità di Coscienza.

Bisogna però aggiungere che solo con la 9 Onda il disegno divino assume il suo senso pieno e completo. Per limitarci agli ultimi 5 livelli, quelli cosiddetti culturali (in cui l’Evoluzione di Coscienza ha riguardato principalmente la Coscienza umana), senza la Coscienza d’Unità apportata dalla 9 Onda (Universal Underworld: 9 marzo-28 ottobre 2011), essi sarebbero rimasti incompleti e in ultima istanza squilibrati. Il 5 livello (Regional Underworld) vede l’uomo in totale simbiosi con la Natura, ma senza consapevolezza; il 6 livello (National Underworld) vede l’uomo esclusivamente orientato alle caratteristiche maschili (scrittura, metalli, guerra, dominio); il 7 livello (Planetary Underworld) vede l’uomo totalmente sconnesso dal divino, alla ricerca esclusiva della soddisfazione materiale (meccanicismo, inquinamento, potere economico); l’8 livello (Galactic Underworld) vede l’uomo orientato verso il femminile (internet, irrazionalità, lotta contro il sistema maschile). Solo con il 9 livello (Universal Underworld) la Coscienza d’Unità che esso dischiude permette di mantenere tutti i livelli precedenti, ma finalizzati ad un mondo di Unità interiore, quindi di Creatività, Pace e Uguaglianza: il Regional Underworld riconnette l’uomo alla Natura in modo consapevole; il National Underworld apporta la razionalità ed istituzioni garanti di continuità; il Planetary Underworld fornisce la tecnologia che libera l’uomo dal lavoro; il Galactic Underworld dona l’intuito e le discipline olistiche per il benessere completo della persona. Infine, l’Universal Underworld dà l’interconnessione globale a tutti i livelli, la completezza, la vera soddisfazione, la pienezza, qualsiasi siano le condizioni esterne.

Che cos’è Coscienza d’Unità? In tutti i miei articoli mi sono occupato, declinandolo in vari modi (a seconda del mio procedere nell’Universal Underworld), di questo livello di Coscienza, perché esso va creato attivamente. A marzo di quest’anno, ovvero all’inizio della 9 Onda, definivo l’Unità di Coscienza come l’interconnessione globale del campo morfogenetico: bella definizione, ma totalmente astratta. Infatti, non avevo ancora assorbito l’energia della 9 Onda. Sino a poco tempo fa definivo l’Unità di Coscienza come la consapevolezza che il mondo esterno è una proiezione del mondo interno. Oggi, 28 ottobre 2011, affermo che l’Unità di Coscienza è la consapevolezza che il mondo esterno è il mondo interno. Tuttavia, sento che le parole “esterno” ed “interno” non hanno più senso. Forse domani la mia percezione sarà diversa. Oggi posso dire che Coscienza d’Unità è riconoscere la Bellezza in ogni cosa, anche nel meccanismo di difesa della personalità, anche nel filtro oscuro, anche nella casa alienante, anche nell’inquinamento, anche nell’ingiustizia, anche nella truffa del sistema finanziario mondiale o nella schiavitù cui siamo stati sinora sottoposti. È ricomprendere tutto in Unità, l’intera storia dell’Evoluzione di Coscienza. Ciò richiede una prospettiva dal Tutto e non dal particolare, una visione dal lato della Coscienza, e non dei conflitti quotidiani. È possibile questo salto?

Apparentemente no. Ci sono contrapposizioni, dicotomie, separazioni troppo radicate. Prendiamo, ad esempio, due persone, delle quali l’una ha una visione totalmente materialistica e non sente l’Evoluzione di Coscienza, ma solo il trascorrere del tempo mentale, meccanicistico, a cui si sintonizza attraverso il calendario gregoriano, e l’altra invece che sta facendo un percorso di crescita interiore, spirituale: come possono essere unite, se la loro prospettiva, visione, potremmo dire “fame” va in due direzioni antitetiche? Una ha in mente solo la soddisfazione materiale, quindi è preda dei condizionamenti del subconscio, in quanto non è consapevole; l’altra vuole scoprire il senso della vita ed essere libera attraverso la Verità. Non è possibile che queste due voci diventino una sola voce. Ma non è neppure Unità che una sopporti l’altra, che si tollerino. Come faccio ad essere unito ad uno che vuole stare separato? La risposta è paradossale. Tutte queste contrapposizioni, dicotomie, separazioni sono interiori. Noi creiamo e vediamo il mondo che abbiamo dentro: qualcosa dentro di noi è materialistico, meccanicistico, oppure dall’altra parte è New Age e idealista e non sa come va e come è sempre andato il mondo. E allora si scopriranno afflati insospettatamente spirituali nelle persone materialiste o ricerche affannosamente materiali nelle persone spirituali. Ciò non significa essere passivi e non agire nei confronti delle ingiustizie o del male nel mondo; significa essere consci che essi sono prodotti dai filtri oscuri dei precedenti Underworld e che vanno fermati nell’Amore. È giunto il momento di manifestare Verità ed Integrità personali. Ognuno di noi ha un ruolo fondamentale in questo passaggio, perché noi siamo l’Evoluzione.

Un’ulteriore domanda che potremmo porci è se l’attuale sistema dualistico cadrà o meno, con le sue lotte di potere, le sue ingiustizie, le sue guerre. Non possiamo saperlo. Dal punto di vista astrologico, gli anni 2012-2015 vedranno una ristrutturazione completa degli attuali sistemi, probabilmente attraverso conflitti di vario genere. La cosa che invece possiamo dire, in base al Calendario Maya profetico, è che ora è anche disponibile la Coscienza d’Unità (9 Onda), che non era prima energeticamente possibile, e che tutti e 9 i livelli di Coscienza sono arrivati a maturazione (quindi sono fruibili). Il modo in cui si salgono i gradini della piramide dell’Evoluzione di Coscienza richiede uno sforzo e, mentre si sale, si manifestano tutti gli ostacoli a tale ascensione. Ad esempio, durante il Planetary Underworld (1755-28 ottobre 2011), il periodo in cui la Coscienza doveva acquisire il potere, sono emerse tutte le difficoltà al manifestarsi della tecnologia; nel Galactic Underworld (5 gennaio 1999-28 ottobre 2011), il periodo in cui la Coscienza doveva acquisire l’etica, sono emersi tutti gli scandali possibili e i disegni oscuri; nell’Universal Underworld (9 marzo-28 ottobre 2011), il periodo in cui la Coscienza doveva acquisire l’Unità attraverso la Co-creazione Consapevole, sono emerse prepotentemente le dicotomie e le separazioni in tutta la loro vanità (ad esempio, in politica, tra “destra” e “sinistra”). La Coscienza, in ultima istanza, si manifesta per ciò che non è. Ed essa non è la dualità, anche se ha indossato questo abito per poter generare il processo necessario alla sua Evoluzione.

Tutti gli eventi drammatici, emersi grazie ad un grandissimo incremento di frequenza nell’Universal Underworld (ma già con l’ultimo Tzolkin, iniziato proprio l’11 febbraio 2011 con la caduta di Mubarak), hanno da un lato posto le basi, spesso con estrema violenza (vedi la guerra in Libia) per un mondo futuro, grazie alla caduta dei regimi tirannici, dall’altro hanno riequilibrato energie di potere abbarbicate nei loro fortini. Alcuni hanno paragonato questi ultimi 260 giorni al periodo della gravidanza e gli ultimissimi giorni (dall’11 ottobre) alle doglie del parto: manifestazioni del 15 ottobre, esecuzione di Gheddafi, annuncio del ritiro delle truppe statunitensi dall’Iraq entro fine anno, tornado e inondazioni, siccità, terremoto in Turchia, fallimento di stati sovrani, crisi del governo italiano (come sanno alcune persone a cui l’ho prospettato, avevo pensato, sbagliando, come data della caduta del governo italiano, che rappresenta il Planetary Underworld, il 20 ottobre, giorno della morte di Gheddafi: Italia e Libia si trovano sullo stesso asse), tempeste solari in aumento. Caos, confusione, crisi, impossibilità di fare progetti, irrazionalità, mancanza di punti di riferimento, ma anche nuove aperture di consapevolezza, pace interiore, visioni di un nuovo mondo sono i sentimenti e le sensazioni più frequenti, come in una sorta di perdita del controllo dovuta ad un forte dolore o ad uno stato meditativo, in cui il tempo sembra fermarsi.

Tutti i livelli di Coscienza sono ormai maturi. (1) Cellular: oggi sappiamo che ogni cellula è intelligente; (2) Mammalian: le specie animali hanno affrontato ogni esperienza nell’Evoluzione; (3) Familial: conosciamo l’importanza del legame familiare; (4) Tribal: si è sviluppata la mente; (5) Regional: il cuore si è aperto; (6) National: abbiamo esperito il controllo per 5125 anni; (7) Planetary: abbiamo cercato nella materia la sicurezza e il confort; (8) Galactic: ci siamo connessi globalmente grazie alla tecnologia; (9) Universal: abbiamo riunito tutto questo percorso in Unità Consapevole. Ora, dalla prospettiva del 9 livello (Unità): (1) impareremo a rispettare l’Intelligenza di (in) ogni cellula; (2) potremo amare e rispettare ogni specie animale; (3) onoreremo ogni legame familiare; (4) useremo al meglio le facoltà mentali; (5) sentiremo in ogni istante il potere dell’Amore; (6) supereremo il conflitto con l’autorità; (7) sentiremo la sicurezza nella Natura; (8) impiegheremo la tecnologia per il benessere collettivo; (9) percepiremo la Coscienza Universale. Da questo punto, in alto, della piramide, dopo miliardi di anni di scalata, potremo sostare nella sala ove, affrescata, c’è l’intera storia della nostra Evoluzione, con la consapevolezza che lo spazio e il tempo fanno parte della vibrazione cosmica del principio olografico dell’Universo di cui siamo parte integrante. Gradualmente tutte le Coscienze individuali si sincronizzeranno alla Coscienza Collettiva, per portare a compimento il disegno divino della Coscienza Creativa pienamente dispiegata in ogni cellula dell’intero Organismo. Le forme, le strutture, come è sempre avvenuto, si conformeranno ad una Coscienza che sarà finalmente senza la dotazione di filtri oscuri, che sono stati necessari all’Evoluzione, ma che ora non servono più. I modi, i percorsi, i tempi di tale sviluppo spetteranno alla Coscienza di ogni individuo, connesso alla Coscienza Collettiva.

Il 29 ottobre inizierà un nuovo ciclo Tzolkin con il Trecena Imix (coccodrillo). Imix è il primo glifo dello Uinal (la serie dei 20 glifi dello Tzolkin). Esso porta l’energia radiante dell’Est. È l’inizio di nuove idee e progetti, e nel nostro caso, di una Nuova Era. È l’energia della prima Madre, dell’istinto creativo, che deriva dalle profondità dell’inconscio collettivo, ora trasmutato in Coscienza Collettiva. È un’energia protettiva, che nutre i figli, il potere nascosto del principio femminile dell’abbondanza e della rigenerazione: l’humus dal quale la Vita è originata. Imix è un giorno così antico che precede la coltivazione del mais, quando gli esseri umani vivevano dell’abbondanza della Natura attraverso la raccolta. Il coccodrillo, come l’albero sacro Ceiba (l’albero che per i Maya rappresentava l’Albero della Vita), è coperto di spine sul dorso: questi due esseri ancestrali regnavano sull’acqua e sulla terra. Come le creste sul dorso del Ceiba e del coccodrillo, le montagne di origine vulcanica emersero dal grande mare per creare la Terra. Il nuovo inizio vedrà la possibilità di creare attraverso tutte e Nove le Dimensioni di Coscienza. Sarà la Terra stessa che vorrà essere finalmente riconosciuta come un essere vivente e spetterà a noi umani e ai nostri fratelli nelle altre dimensioni prenderci cura del grande Organismo Vivente.

Il mondo è stato scosso nel suo precedente equilibrio basato sulla dualità dalla Nona Onda del Calendario Maya profetico (Universal Underworld), che ha portato invece un’Unità di Coscienza: il mix tra strutture dualistiche e spinta verso l’Unità ha generato il caos a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi. Gli stessi cambiamenti nell’attività sismica terrestre possono essere visti come un adeguamento del nostro pianeta, dovuto al fatto che il nucleo interno della Terra si sta sincronizzando all’Albero Cosmico della Vita per la trasmissione della Coscienza d’Unità. Solo quando l’energia universale sarà cristallizzata nella nostra terza dimensione potremo vedere concretamente il cambiamento: ma, mentre sino ad oggi la spinta evolutiva tendeva alla competizione, al conflitto e alla separazione, d’ora innanzi essa tende alla collaborazione, alla pace e all’unione. Questo è un punto di svolta fondamentale: gli aspetti unitari dell’esistenza hanno, infatti, la possibilità di esprimersi e manifestarsi pienamente e, alla fine, concretamente – cosa che prima poteva avvenire solo nel caso di un numero marginale di esseri, per la maggior parte denigrati, offesi, umiliati, uccisi. I movimenti di protesta nel mondo non sono, come erroneamente si crede, guidati dall’esigenza di democrazia, ma da una guida divina - e non potranno che avere successo. Sarebbe più naturale che i poteri costituiti abdicassero spontaneamente a posizioni che ora non sono più utili al Piano Divino di Evoluzione e quindi non più consistenti con la Nuova Coscienza, ma ciò è probabile che non accadrà. Tuttavia il processo andrà avanti in ogni modo, indipendentemente dalla volontà di chi oggi teme la “catastrofe” (ovvero la fine del sistema dualistico di sfruttamento della popolazione mondiale, degli animali e della Natura tutta). Va da sé che l’errata interpretazione della data finale (a sua volta errata) del Calendario Maya, come fine del mondo, giocherà a favore delle potenze dell’addormentamento, che ciò nonostante sono destinate a non impedire più il risveglio planetario e universale.

Ora abbiamo raggiunto il punto di svolta evolutivo: non si può più tornare indietro. Raggiunto il livello più alto della piramide, si crea una nuova fase per la Vita. D’ora innanzi possiamo essere i custodi coscienti della Terra. Oggi molti custodi della Terra rinasceranno: recuperando la sacralità dell’esistenza, sarà possibile vivere; distruggendo la vita, no. In questo Nuovo Inizio, la mente da sola non potrà fare nulla: solo la dimensione del Cuore, unita a quella della Consapevolezza, ci connette alla Sorgente - e da lì deriva il potere della nostra mente, o meglio, la sua potenza creatrice. Nella dimensione del Cuore il genere umano è pronto ora ad esperire pienamente l’Unità di Coscienza: essa riguarda la volontà di accogliere la Verità. Riguarda lo smettere di lasciarsi vivere, di sopravvivere, e l’assumersi pienamente la responsabilità della propria esistenza. Iniziare a vivere.
Essere liberi. “La Verità vi renderà liberi”, diceva Gesù.
Quel momento è arrivato.

 

Marco Fardin
13 Ahau, 18 giorno del
7 Giorno della Nona Onda e
completamento del Calendario Maya profetico
(28 ottobre 2011)

 

 

 

Licenza Creative Commons
Questa opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.